A che età portare i bambini dal dentista? Tutti i consigli

A che età portare i bambini dal dentista? Tutti i consigli
Gennaio 19, 2023 Dott.ssa Giovanna Perona
A che età portare i bambini dal dentista: i vantaggi dell'ortodonzia intercettiva

INDICE:

Tempo di lettura: 6 minuti

Una delle domande che mi rivolgono più di frequente i genitori di bambini piccoli è la seguente: a che età portare i bambini dal dentista?

Questo dubbio molto comune va di pari passo con l’idea che finché ha i denti da latte, il bambino non abbia bisogno del dentista. Molti ritengono che questi denti, dato che sono destinati a cadere, non abbiamo bisogno di particolari cure.

In realtà, come vedremo nell’articolo di oggi, si tratta di un’idea per lo più sbagliata. La cura dei denti decidui è molto importante, perché anche in tenera età i denti da latte possono essere soggetti a carie o altre patologie rilevanti per la crescita della bocca del bambino.

L’ortortodonzia precoce o intercettiva è il miglior alleato per prevenire e intercettare tutti gli eventuali problemi di salute orale dei bambini.

E poi effettuare una visita sin da piccoli è fondamentale anche per altri motivi. Ad esempio, per permettere al proprio figlio di prendere confidenza con l’esperienza della visita dentistica e non viverla (come spesso accade) in modo traumatico.

A che età portare i bambini dal dentista?

Qual è quindi l’età giusta per portare il proprio bambino dal dentista?

Se non si presentano condizioni tali da richiedere un controllo in precedenza, la prima visita del bambino dal dentista va fatta intorno ai 3-4 anni. A partire da questo periodo, è consigliabile ripetere il controllo ogni 6 o 12 mesi.

Le visite saranno necessarie a verificare che lo sviluppo osseo della bocca proceda correttamente. L’ortodontista potrà accertarsi dello stato di salute dei denti decidui

Infatti, è verso i 6 mesi che i bambini mettono i primi denti da latte. La dentizione decidua rimarrà fino ai 6 anni di età circa e gli ultimi denti da latte cadranno nei primi anni della scuola media

Durante questa fase, la salute orale del bambino merita attenzione da parte dei genitori. È infatti in tale periodo che si dovrà iniziare una corretta igiene orale.

In un primo momento la pulizia verrà effettuata con il supporto del genitore. Quest’ultimo dovrà insegnare al proprio figlio a prendere confidenza con lo spazzolino e con l’atto di lavarsi i denti. Tutto ciò fin quando, pian piano, il bambino non sarà in grado di eseguire la pulizia in autonomia.

L’igiene orale è fondamentale anche nei bambini. Infatti, anche se sono destinati a cadere, i denti da latte sono molto importanti non solo ai fini della masticazione, ma anche perché guidano la crescita ossea e preparano la bocca allo sviluppo dei futuri denti permanenti.

Quando poi il proprio figlio inizierà a mettere la dentizione permanente, è consigliato effettuare nuovi controlli dall’ortodontista. Quest’ultimo potrà verificare che il ricambio della dentizione stia avvenendo in  modo idoneo e senza alcun problema.

Tieni presente che la figura di riferimento in età infantile rimane comunque il pediatra. Questo potrà segnalare ai genitori che il bambino necessita di una visita dall’ortodontista, qualora se ne presentino le condizioni tali da richiederla.

In quali casi bisogna portare i bambini dal dentista

Ma quali sono i casi in cui un bambino piccolo può avere bisogno del dentista?

Come ho già in parte anticipato, la carie dei denti da latte è uno dei possibili problemi di salute orale che i bambini possono incontrare già in età precoce. È un falso mito l’idea che in questo periodo non si sviluppino carie dentali.

Anzi, soprattutto dopo i tre anni l’alimentazione del bambino cambia e diventa più ricca di zuccheri e altri cibi che favoriscono l’insorgenza di carie.

Inoltre, per i bambini la visita è fondamentale per iniziare a capire sin da subito se in futuro ci saranno difetti nello sviluppo delle arcate dentali e nella crescita ossea della bocca.

Uno dei problemi che può presentarsi già in età precoce è il palato stretto. Quest’ultimo, se non trattato, può influire sul corretto sviluppo delle arcate dentali.

Le altre malocclusioni (morso aperto, morso incrociato, morso profondo), possono presentarsi in età precoce e quindi è bene monitorare lo sviluppo dentale già verso i 3-6 anni e  intervenire il prima possibile.

La prevenzione è un’abitudine da assumere il prima possibile, prima si inizia meglio è.

L’ortodonzia precoce o intercettiva permette di togliere le interferenze dentali che possono alterare il  corretto sviluppo osseo delle mascelle prima del completamento della fase di crescita. Dopo questo periodo e in età adulta sarà più difficile intervenire e molti problemi potranno essere curati solo in parte.

La prima visita dal dentista

A meno di particolari circostanze urgenti, per il bambino la prima visita dall’ortodontista sarà una vista di controllo.

Lo specialista potrà monitorare lo stato di salute dei denti da latte e dare indicazioni pratiche utili ai genitori e al bambino. Potrà dare consigli su come svolgere adeguatamente la pulizia orale o sull’utilizzo di ciuccio e biberon.

Ma portare il proprio figlio dal dentista già verso i tre anni è fondamentale anche per abituarlo a prendere confidenza con l’esperienza della visita dentistica.

Infatti, spesso per i bambini più piccoli sottoporsi a visite dentistiche può risultare traumatico. Soprattutto se sono costretti ad andarci solo quando c’è qualche problema da curare mediante interventi più invasivi.

Per evitare che il bambino viva con disagio la visita dal dentista, è dunque opportuno che il genitore lo incoraggi a prendere questa abitudine sin da piccolo.

Recarsi periodicamente dal dentista consentirà al bambino di familiarizzare con l’ambiente dello studio dentistico, con gli strumenti dell’ortodontista e in generale con l’esperienza della visita.

Se il tuo bambino non ha ancora effettuato la prima visita dal dentista ma ha già raggiunto l’età giusta per farlo, puoi prenotare, dall’apposita pagina dedicata, la sua prima visita gratuita presso lo studio Perona.

 

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici), rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link  accetti il servizio e gli stessi cookies.  Cookie policy